Foto RTU8


BRODERSEN RTU8: DATI E COMANDI VIA MODEM

TELEMETRIA

Un sistema di telemetria, cioè un sistema di acquisizione, memorizzazione e trasmissione dati per il monitoraggio o il controllo, opera tipicamente su lunghe distanze, troppo elevate per poter essere coperte tramite l'installazione permanente di cavi e per le quali l'unico mezzo adatto alla trasmissione dei dati è la normale rete telefonica commutata o la comunicazione via radio o protocollo cellulare GSM.
Fino a poco tempo fa la telemetria veniva utilizzata prevalentemente dalle aziende di servizi pubblici ed in particolar modo da quelle che gestiscono la fornitura dell'acqua potabile. Solitamente, una azienda che richiede un sistema di telemetria, commissiona ad una società specializzata il compito di progettarlo, installarlo ed effettuarne la manutenzione. Frequentemente esso si basa su un protocollo per la trasmissione dei dati "proprietario" cioè non standard, ma specifico dell'installatore. Allo stesso modo il software applicativo per la stazione centrale di controllo è generalmente di un unico fornitore specializzato e funziona su un potente e costoso computer. Una architettura di questo tipo è troppo costosa e complessa per le applicazioni di telemetria su scala ridotta che necessitano invece di soluzioni diverse e specifiche per queste realtà.
Oggi, la stazione RTU8 prodotta dalla Brodersen e distribuita da Fancos unitamente ad un economico PC standard costituiscono una soluzione economicamente accessibile per sistemi di telemetria su scala ridotta.
I dati possono così essere trasmessi e ricevuti con un PC utilizzando le normali linee telefoniche, i telefoni cellulari GSM o via radio e possono essere elaborati con un pacchetto di supervisione (SCADA) standard o con un foglio elettronico.

Stazione remota di memorizzazione dati

Oltre che come stazione di telemetria, l'RTU8 opera anche come stazione remota di memorizzazione dati (data logger). La sua ampia memoria permanente nella quale possono essere immagazzinati i dati (completi di data e ora), la rendono ideale per la memorizzazione temporanea o permanente di dati.
Inoltre, diversamente dai tradizionali data logger, per recuperare i dati acquisiti non occorre accedere direttamente all'RTU8 in quanto è possibile trasmettere ad un PC, via telefono o radio, i dati memorizzati già pronti in formato adatto per essere trasferiti su un comune "Foglio Elettronico".


Centralina RTU8

UTILIZZO DELL'RTU8 COMPACT OUTSTATION

Tutto ciò che serve per utilizzare l'RTU8 Compact Outstation è un PC standard con Windows ('95 o NT) e una coppia di modem o di radio-modem.
La comunicazione è gestita automaticamente dai driver software forniti a corredo dell'RTU8. L'uso di interfacce standard DDE e DLL consente l'utilizzo di un'ampia varietà di programmi funzionanti sotto Windows: dal foglio elettronico come Excel fino al pacchetto di supervisione (SCADA) tipo InTouch, Factorylink, Fix 32, etc. I driver consentono all'utente di integrare i valori remoti degli I/O dell'RTU8 in uno SCADA come se i sensori in campo fossero direttamente collegati al PC. Le chiamate alle stazioni remote possono essere effettuate via telefono, tramite il pacchetto SCADA, e la comunicazione sarà gestita automaticamente dai driver. L'RTU8 Compact Outstation si caratterizza per l'estrema semplicità di configurazione. I numeri di telefono che la stazione deve chiamare, le condizioni sotto le quali deve effettuare la chiamata, le sequenze di controllo e i dati da memorizzare sono scelti tramite un apposito pacchetto software user-friendly per PC, basato su menu, che non richiede la conoscenza di alcun linguaggio di programmazione.
E' possibile memorizzare fino a mezzo megabyte di dati in una memoria permanente interna all'RTU8 Compact Outstation. Questi dati possono essere scaricati nel PC periodicamente oppure su richiesta, ad istanti di tempo predefiniti, sotto particolari condizioni o quando la memoria è piena. Tutti i punti di I/O della stazione remota sono continuamente monitorati e, se si verifica un allarme, l'RTU8 Compact Outstation può riferire immediatamente al PC e intraprendere un'azione di controllo locale precedentemente programmata. L'RTU8 Compact Outstation si monta su guida DIN, ha dimensioni molto ridotte e standard ed è quindi in grado di adattarsi ai comuni contenitori in commercio. La configurazione base può essere modificata facilmente tramite moduli di espansione con la stessa semplicità di montaggio del modulo base. Durante il normale funzionamento, l'RTU8 Compact Outstation verifica continuamente lo stato dei suoi ingressi memorizzando dati, comandando le proprie uscite, e inviando, quando richiesto, dei rapporti informativi al PC centrale di supervisione.
Il PC potrà contattare all'occorrenza l'RTU8 Compact Outstation, accedere allo stato dei suoi ingressi, impostare le uscite, caricare i dati memorizzati, leggere gli allarmi e inviare nuove configurazioni di controllo.
Il collegamento tra il PC e l'RTU8 Compact Outstation può essere periodico, specialmente qualora si utilizzi la rete telefonica pubblica o i telefoni cellulari, cioè quando il tempo di connessione costituisce un costo non indifferente per l'utente, oppure può essere continuo in caso di comunicazione via radio o con una linea telefonica dedicata.
Se il controllo dell'impianto è affidato ad un PLC, l'RTU8 Compact Outstation può agire come "watchdog" effettuando la supervisione delle condizioni globali dell'impianto e del corretto funzionamento del PLC e inviando un rapporto al PC in caso di malfunzionamento.
La combinazione dell'RTU8, semplice da installare e gestire e con un ottimo rapporto prezzo/prestazioni, di un PC e di software standard in ambiente Windows permette finalmente di realizzare sistemi di telemetria alla portata di un grande numero di utenti.


Schema grafico RTU8

HARDWARE & SOFTWARE

Versione UCR-16DIO UCR-32DI UCR-28IO
Ingressi digitali163216
Uscite digitali1608
Ingressi analogici (a 12 bit di risoluzione)004
Il numero di ingressi e uscite può essere aumentato aggiungendo vari moduli di espansione

L'RTU8 è un modulo autonomo a microprocessore disponibile in tre versioni espandibili. Gli ingressi digitali sono dotati di optoisolamento e gli ingressi analogici hanno canali galvanicamente separati tra loro.
Una Compact Outstation è espandibile in modo rapido e a prova di errori fino a raggiungere 104 I/O analogici o 496 I/O digitali (o combinazioni di entrambi) tramite l'aggiunta, in qualunque momento, di un adeguato numero di appositi moduli di I/O.
L'RTU8 può essere alimentato direttamente dalla rete elettrica o da sorgenti di alimentazione a bassa tensione comprese le celle solari fotovoltaiche. E' inoltre disponibile un caricabatteria incorporato (con monitoraggio della tensione) per una batteria al piombo esterna ed un'ulteriore alimentazione a 24 VDC per ingressi e sensori. Da ultimo, sono forniti di serie l'orologio-calendario e ben 480 kbyte di memoria non volatile, il che permette di memorizzare grandi quantità di eventi e valori numerici completi di data e ora.

L'RTU8 è caratterizzato da una completa raccolta di programmi software per PC in ambiente Windows, progettati per semplificare la configurazione e l'installazione. Questi costituiscono l'elemento chiave che rende la Compact Outstation RTU8 una soluzione di telemetria tra le più semplici ed intuitive esistenti al mondo. La configurazione dell'RTU8 comprende i parametri di comunicazione, i codici di sicurezza, gli allarmi, le sequenze logiche di controllo, la memorizzazione di eventi e dati ed è realizzata tramite il solo uso di semplicissimi menu. L'operatore, infatti, può configurare interamente il modulo anche se non conosce alcun linguaggio di programmazione. Dopo aver realizzato la configurazione sul PC, il software provvederà a realizzare il codice necessario ed a trasferirlo nell'RTU8, tramite una semplice connessione RS-232 diretta o anche via modem e linea telefonica. Una volta configurato e installato, l'RTU8 può essere gestito tramite un'ampia gamma di pacchetti software per Windows che spazia dal Foglio Elettronico fino ai più sofisticati pacchetti di supervisione di tipo SCADA. Le interfacce DDE e DLL, integrate nel software fornito con l'RTU8, operano in modo trasparente all'utente e si prendono carico dell'intera comunicazione, compresa la gestione della linea telefonica.


TRE APPLICAZIONI

Le tre applicazioni qui descritte sono reali esempi applicativi di utilizzo della stazione RTU8 da parte di alcuni nostri clienti.

Stazioni di pompaggio acqua
In questa applicazione l'RTU8 è utilizzato sia per il monitoraggio di una stazione di pompaggio acqua non presidiata, che come mezzo di comunicazione tra la stazione stessa e la sala di controllo centralizzata. Le pompe e le valvole ad esse connesse sono controllate da un PLC locale e l'RTU8 controlla il corretto funzionamento del PLC. In caso di guasto l'RTU8 automaticamente chiama la stazione centrale di controllo e informa del guasto avvenuto. La comunicazione può avvenire via cavo, linea telefonica, telefono cellulare o radio.
L'RTU8 può anche essere contattato dalla sala di controllo per monitoraggio periodico o per modificare alcuni parametri di funzionamento delle pompe.

Sottostazioni di distribuzione di energia elettrica
Il modulo RTU8 viene usato per il controllo dei sezionatori e dei trasformatori. La stazione centrale di comando può dare istruzioni all'RTU8 per l'apertura e chiusura dei sezionatori e per sistemare le derivazioni dai trasformatori a mezzo di collegamento telefonico o radio.
L'RTU8 provvede anche al monitoraggio dei parametri di tensione, corrente e potenza immagazzinando nella propria memoria questi dati, unitamente alla registrazione degli interventi di sezionamento, per ogni successivo richiamo e verifica. Può essere anche monitorata la situazione di sicurezza di postazioni non presidiate.

Passaggi a livello ferroviari
In questa applicazione l'RTU8 viene impiegato per il monitoraggio di tutti gli interventi del passaggio a livello, memorizzando nella memoria non volatile tutti gli eventi connessi con il transito di ogni treno. In particolare vengono immagazzinati: i tempi di attivazione dei segnali di avviso al traffico, gli istanti di innalzamento o abbassamento delle barriere e il progredire del treno con riferimento a questi eventi.
Possono essere conservati i dati riferiti ad un periodo anche superiore alle 24 ore a seconda di quanti treni al giorno attraversano l'incrocio. Nella sfortunata evenienza di un incidente all'incrocio, tutti i dati relativi possono essere scaricati nella sala di controllo centrale dove la sequenza completa degli eventi può essere analizzata e stampata per le opportune indagini sull'incidente.


Per ulteriori informazioni, commenti o suggerimenti compilate il modulo di richiesta rapida di informazioni
Ultimo aggiornamento: 7 maggio 2001 - Copyright FANCOS S.p.A. - La riproduzione parziale o totale è vietata