La società Bender, i cui prodotti sono distribuiti in esclusiva in Italia dalla Fancos S.p.A. di Caleppio di Settala, presenta il modello più avanzato della serie dei Sorvegliatori di Corrente di Dispersione RCM. Si tratta in generale di rilevatori di correnti differenziali che forniscono un allarme quando la corrente dispersa supera un valore tarabile permettendo una sorveglianza continua dell'efficienza di isolamento dei circuiti con il vantaggio di fornire, in anticipo su improvvise e definitive situazioni di guasto, informazioni sullo stato della rete elettrica consentendo di programmarne la manutenzione, aumentando la sicurezza dei sistemi di protezione tradizionali ed evitando rischi d'innesco d'incendio spesso non rilevabili.

Il modello RCMA470LY, diversamente dai tradizionali relè differenziali che sono sensibili solamente a correnti alternate o raddrizzate pulsanti, rileva correnti di dispersione sia alternate che continue pure o con piccole ondulazioni, operando con il principio della compensazione magnetica. Questo sorvegliatore è pertanto adatto per tenere sotto controllo anche circuiti che contengono azionamenti con inverter, convertitori di potenza, gruppi di continuità, sistemi di saldatura, ecc.

Il sensore, un trasformatore di corrente toroidale, può essere esterno (diametri del foro da 26 a 210 mm) o interno all'apparecchio (diametro 18 mm). La soglia d'allarme della corrente di dispersione è tarabile da 30 mA a 3 A e il raggiungimento di questo valore provoca l'accensione di una spia locale a LED e la commutazione di un contatto in scambio in uscita; un altro contatto di preallarme interviene al raggiungimento del 50% del valore di taratura prescelto facendo lampeggiare la stessa spia. Un indicatore luminoso locale multiLED indica il valore percentuale della corrente dispersa rilevata rispetto al valore di soglia (questa indicazione può essere ripetuta a distanza da uno strumento analogico con segnale 0…400 mA/12,5 kW). Il tempo di risposta è inferiore ai 40 o 70 ms a seconda del valore della corrente dispersa, ma può essere ritardato da 0 a 10 s. Il sorvegliatore dispone di pulsante di prova e di reset.

I sensori esterni possono essere installati ad una distanza fino a 10 m e l'interruzione del collegamento o un corto circuito nel trasformatore di corrente sono segnalati dal lampeggio della spia di alimentazione e dalla commutazione del contatto d'allarme. I sorvegliatori possono avere diverse tensioni di alimentazione e sono fornibili in modelli diversi con diverse soglie massime d'intervento e per campi di frequenza diversi da 0 a 1000 Hz. Quando necessario può essere fornito un sistema fisso automatico RCMS470 per l'individuazione delle diramazioni di circuito in cui la dispersione si verifica.

Per una descrizione generale dei sorvegliatori di corrente di dispersione potete visualizzare o scaricare direttamente la tavola tecnica Sicurezza nei circuiti TN e TT (194 kB) mentre per una presentazione più dettagliata del prodotto potete riferirvi alla tavola tecnica Bender RCMA (416 kB). Entrambe sono in formato Adobe Acrobat.

Per maggiori informazioni sull'azienda e sulla gamma di prodotti offerti, potete visitare direttamente il sito web Bender (in inglese e tedesco) all'indirizzo http://www.bendergmbh.com


Per ulteriori informazioni, commenti o suggerimenti compilate il modulo di richiesta rapida di informazioni
Ultimo aggiornamento: 7 maggio 2001 - Copyright FANCOS S.p.A. - La riproduzione parziale o totale è vietata