Foto1 PxFoto PxFoto2 Px


CONVERTITORI DI SEGNALE BRODERSEN PX

La Brodersen Control Systems A/S azienda danese i cui prodotti sono distribuiti in Italia in esclusiva dalla Fancos, presenta la nuova serie PX di convertitori di segnale con particolari caratteristiche di flessibilità di impiego, facile accessibilità, comodità di predisposizione e minimo ingombro in larghezza (soli 22,5 mm). I morsetti sono a vite, il montaggio è con aggancio a profilato DIN da 25 mm e tutte le regolazioni e predisposizioni poste sul frontale possono essere protette con tegolino asportabile.

Il convertitore lineare di segnale di processo PXU permette di selezionare segnali analogici di ingresso in corrente o in tensione e con diversi campi di variabilità, eseguendo opportunamente i collegamenti e agendo su un selettore a 5 posizioni, e di convertirli in uguali o diversi segnali in uscita. Il relè ha una propria alimentazione che può essere, a seconda dei modelli, a 24 V DC, 24 V AC, 115 V AC o 230 V AC. Il relè viene pertanto utilizzato quando occorra convertire tipo di segnale o quando necessiti una amplificazione per trasmissione a lunga distanza. Il relè può essere fornito con separazione galvanica fra segnale d'ingresso e segnale d'uscita garantendo, quando necessaria, una efficace protezione del segnale dai disturbi e da errori di misura. I segnali di ingresso possono essere: 0/5 V DC; 0/10 V DC; -10/+10 V DC; 0/20 mA DC e 4/20 mA DC. I segnali in uscita sono: 0/20 mA DC; 4/20 mA DC e 0/10 V DC.
Sul pannellino frontale è possibile regolare in un campo di ± 5% i valori di zero (offset) e di guadagno (span).

Il convertitore modello PXT ha caratteristiche similari e converte in segnali di processo in uscita del tipo sopra elencato, valori di temperatura rilevati con sonda Pt-100 a 2 o 3 fili. Con opportuni collegamenti si possono selezionare campi di temperatura -50/+100 °C e -50/+300°C con deriva inferiore allo 0,05 %/°C. Si ha inoltre una segnalazione a LED in caso di guasto alla sonda.

Sono infine disponibili relè modello PXL di confronto di segnali di processo in ingresso, come quelli indicati, con soglie prefissabili e con attivazione di un contatto in uscita in scambio (8 A a 240 V AC). Il valore di intervento è tarabile dallo 0 al 100% mentre il valore di isteresi può essere scelto fra lo 0,5 e il 20%. Con l'inserimento di ponticelli fra opportuni morsetti è possibile invertire la situazione dei contatti in uscita e di bloccarne lo stato dopo il primo intervento. Anche questo tipo di relè può essere fornito con separazione galvanica fra ingresso e uscita.

Fra le applicazioni più tipiche dei convertitori di segnale PXT e PXL ricorre l'utilizzo come accessori di piccoli controllori programmabili quando questi fossero sprovvisti di ingressi analogici specifici per sonde di temperatura o quando ne fossero del tutto privi.

Foto tabella PX


Per ulteriori informazioni, commenti o suggerimenti compilate il modulo di richiesta rapida di informazioni
Ultimo aggiornamento: 7 maggio 2001 - Copyright FANCOS S.p.A. - La riproduzione parziale o totale vietata